Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



26 settembre 2010

Ancora un record per la quotazione dell'oro in dollari che sfida finalmente la soglia tonda dei 1.300 $/oz, chiudendo la settimana sui massimi e attirando l'attenzione spesso poco opportuna del grande pubblico.

Nonostante il nuovo record la performance non convince più di tanto, perché ancora una volta alimentata più dalla debolezza del dollaro che dalla forza intrinseca del metallo: contro l'euro infatti l'oro ha chiuso addirittura in territorio negativo, perdendo l'1.7% rispetto alla chiusura della scorsa settimana.

In una settimana tutto sommato poco movimentato sul fronte del metallo giallo, può essere utile dare un'occhiata a qualche indicatore secondario, come ad esempio l'argento o le società minerarie, che hanno terminato la sessione in positivo: oltre il 3.5% per il metallo bianco e circa il 2% per l'HUI, il più significativo indice delle aziende minerarie americane. Il più noto XAU (Philadelphia Gold & Silver Index), ha fatto meglio, 2.82% ma raccoglie aziende che coprono la propria produzione futura shortando sul metallo via futures, venendo additate dai "puristi " del settore come "credenti" meno genuine nelle reali potenzialità del metallo giallo.

A parte le posizioni un po' fideistiche da gold bugs però, è corretto affermare che le società raccolte nell'indice HUI hanno un'esposizione diretta verso il metallo maggiore rispetto a quelle inserite nello XAU, non ricorrendo - se non in minima parte - alle coperture sul mercato dei derivati. Può essere quindi interessante confrontare l'andamento di un indice rispetto all'altro, consapevoli di seguire l'apprezzamento relativo fra due diversi insiemi di società minerarie, più o meno sensibili (nel bene e nel male) all'andamento dell'oro, il driver principale di entrambe.

Ci si può aspettare che, in caso di salita delle quotazioni del metallo, l'HUI sovraperformi lo XAU e viceversa, proprio grazie all'effetto delle coperture via futures che, se da una parte limano i ricavi durante la fase rialzista, dall'altra ammortizzano le perdite quando i prezzi scendono.

Il chart sottostante conferma questo tipo di analisi, almeno a grandi linee:



Il rapporto XAU/HUI è sceso più o meno costantemente negli ultimi 5 anni, evidenziando un'ottima correlazione inversa rispetto all'oro, come ci aspettavamo. Anche la fase più concitata, intorno alla crisi finanziaria del 2008, è piuttosto ben rappresentata, con la ratio che tocca un minimo in corrispondenza del massimo segnato dal metallo nella primavera di quell'anno per poi invertire la rotta durante la turbolenta discesa dell'oro e riprendere infine la discesa da quell'autunno ad oggi.

Da luglio scorso invece, sia la ratio sia il metallo stanno salendo all'unisono, segno che una parte dei capitali che normalmente si dovrebbero indirizzare verso il più speculativo HUI in queste fasi, stanno cercando la maggior protezione delle coperture attuate dalle aziende comprese nello XAU. Certo, il settore non cambia, ma al suo interno la corsa relativa dell'HUI rispetto al più famoso XAU ha rallentato nell'ultimo trimestre.

L'istogramma di lungo periodo, tracciato in secondo piano rispetto all'andamento dell'oro nel grafico precedente, evidenzia una divergenza negativa che confemra l'indebolimento del trend in atto.

A questo punto è necessario fare un paio di distinguo. Innazittutto la ratio XAU/HUI è un indicatore di medio lungo termine e variazioni di "breve" periodo non sono particolarmente significative. In secondo luogo un'eventuale inversione, benché di certo non molto promettente per il metallo giallo, ha comunque implicazioni più sfumate e sottili, trattandosi del rapporto fra due indici sullo stesso settore.

In particolare, avremmo una discesa della ratio sia in caso di forte salita del metallo sia in caso di serie problematiche relative ai mercati dei derivati o ad alcune importanti società dello XAU.

Il rapporto XAU/HUI rimane quindi uno strumento in più, utile ad approfondire lo studio del mercato dei metalli preziosi in generale, con particolare attenzione all'oro e alle aziende che lo estraggono. Può essere inoltre molto prezioso per chi intenda dedicare in ogni caso e con notevole continuità una parte del proprio portafoglio alle aziende del settore, passando da quelle facenti capo all'HUI a quello dello XAU a seconda della situazione.



01 - Oro in euro, dall'inizio della bull run
02 - Oro in dollari, 3 anni
03 - Oro in euro, 3 anni
04 - ETF GLD, 3 anni
05 - Argento in dollari, 3 anni
06 - Argento in euro, 3 anni
07 - ETF SLV, 3 anni
08 - Performance mibtel contro Oro, 1 anno
09 - Performance mibtel contro Oro, 3 anni
10 - Performance mibtel contro Oro, 6 anni
11 - Performance Oro e Argento in euro e in dollari, 3 anni
12 - Ratio silver/gold (forza relativa dell'argento rispetto all'oro), 5 anni
13 - Platino in dollari, 3 anni
14 - Petrolio (West Texas Intermediate Crude) in dollari, 3 anni
15 - ETF USO, 3 anni
16 - Ratio oil/gold, 5 anni
17 - Gas naturale in dollari, 3 anni
18 - ETF UNG, 3 anni
19 - Ratio natgas/oil, 5 anni
20 - Acciao in dollari, 3 anni
21 - Rame in dollari, 3 anni
22 - Agricultural Prices - Goldman Sachs Commodity Index, 3 anni
23 - Reuters/Jefferies CRB Index, 3 anni
24 - Standard & Poors 500, 3 anni
25 - Ratio S&P500/gold, 5 anni
26 - Ratio opzioni call/put CBOE, daily, 1 anno
27 - Ratio opzioni call/put CBOE, weekly, 9 anni
28 - XOI Oil index, 3 anni
29 - HUI "Gold Bugs Index", 3 anni
30 - ETF GDX "Market Vectors Gold Miners", 3 anni
31 - BKX, Bank Index, 3 anni
32 - 2-Year US Treasury Yield, 3 anni
33 - 5-Year US Treasury Note Price, 3 anni
34 - PowerShares DB G10 Currency Harvest Fund, dal 10/09/2006
35 - ETF JNK "Spdr Lehman High Yeld Bond", 3 anni
36 - ETF FXI "IShares China", 3 anni
37 - ETF EWZ "IShares Brazil", 3 anni
38 - EURUSD Weekly
39 - USDJPY Weekly
40 - EURJPY Weekly










































































































































ETF JNK "Spdr Lehman High Yeld Bond", 3 anniInizio pagina




ETF FXI "IShares China", 3 anniInizio pagina




ETF EWZ "IShares Brazil", 3 anniInizio pagina
















ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

20 SETTEMBRE 2010
13 SETTEMBRE 2010
06 SETTEMBRE 2010
30 AGOSTO 2010
22 AGOSTO 2010
15 AGOSTO 2010
08 AGOSTO 2010
18 LUGLIO 2010
11 LUGLIO 2010
05 LUGLIO 2010
28 GIUGNO 2010
14 GIUGNO 2010
07 GIUGNO 2010
30 MAGGIO 2010
23 MAGGIO 2010
17 MAGGIO 2010
09 MAGGIO 2010
02 MAGGIO 2010
18 APRILE 2010
11 APRILE 2010
05 APRILE 2010
29 MARZO 2010
21 MARZO 2010
15 MARZO 2010
08 MARZO 2010
01 MARZO 2010
21 FEBBRAIO 2010
14 FEBBRAIO 2010
07 FEBBRAIO 2010
31 GENNAIO 2010
25 GENNAIO 2010
18 GENNAIO 2010
13 DICEMBRE 2009
07 DICEMBRE 2009
29 NOVEMBRE 2009
22 NOVEMBRE 2009
15 NOVEMBRE 2009
08 NOVEMBRE 2009
31 OTTOBRE 2009
18 OTTOBRE 2009
11 OTTOBRE 2009
20 SETTEMBRE 2009
13 SETTEMBRE 2009
06 SETTEMBRE 2009
02 AGOSTO 2009
06 LUGLIO 2009
14 GIUGNO 2009
31 MAGGIO 2009
24 MAGGIO 2009
17 MAGGIO 2009
10 MAGGIO 2009
26 APRILE 2009
19 APRILE 2009
05 APRILE 2009
27 MARZO 2009
20 MARZO 2009
15 MARZO 2009
08 MARZO 2009
01 MARZO 2009
23 FEBBRAIO 2009
15 FEBBRAIO 2009
08 FEBBRAIO 2009
01 FEBBRAIO 2009
04 GENNAIO 2009
28 DICEMBRE 2008
15 DICEMBRE 2008
08 DICEMBRE 2008
23 NOVEMBRE 2008
17 NOVEMBRE 2008
10 NOVEMBRE 2008
26 OTTOBRE 2008
19 OTTOBRE 2008
14 OTTOBRE 2008
13 OTTOBRE 2008
07 OTTOBRE 2008
04 OTTOBRE 2008
30 SETTEMBRE 2008
28 SETTEMBRE 2008
20 SETTEMBRE 2008
13 SETTEMBRE 2008
31 AGOSTO 2008
24 AGOSTO 2008
26 LUGLIO 2008
12 LUGLIO 2008
28 GIUGNO 2008
14 GIUGNO 2008
02 GIUGNO 2008
25 MAGGIO 2008
11 MAGGIO 2008
27 APRILE 2008
13 APRILE 2008
06 APRILE 2008
22 MARZO 2008
19 MARZO 2008
15 MARZO 2008
12 MARZO 2008
08 MARZO 2008
05 MARZO 2008
23 FEBBRAIO 2008
21 FEBBRAIO 2008
17 FEBBRAIO 2008
09 FEBBRAIO 2008
02 FEBBRAIO 2008
31 GENNAIO 2008
25 GENNAIO 2008
23 GENNAIO 2008
18 GENNAIO 2008
15 GENNAIO 2008
11 GENNAIO 2008
08 GENNAIO 2008
28 DICEMBRE 2007
21 DICEMBRE 2007
12 DICEMBRE 2007
30 NOVEMBRE 2007
23 NOVEMBRE 2007
20 NOVEMBRE 2007
16 NOVEMBRE 2007
09 NOVEMBRE 2007
06 NOVEMBRE 2007
02 NOVEMBRE 2007
29 OTTOBRE 2007
19 OTTOBRE 2007
18 OTTOBRE 2007
15 OTTOBRE 2007
12 OTTOBRE 2007
05 OTTOBRE 2007
04 OTTOBRE 2007
02 OTTOBRE 2007
28 SETTEMBRE 2007
21 SETTEMBRE 2007
18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006