Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



02 febbraio 2008

Nuovi massimi nominali per l'oro contro il dollaro, ormai ad un passo dai 950 $/oz e, subito dopo, dall'inedita quotazione a quattro cifre. Il metallo giallo non riesce però ad approfittare in modo decisivo del nuovo taglio dei tassi da parte della FED, fatto questo piuttosto preoccupante per chi sperava che l'oro proseguisse la salita a breve termine.

Forse la soglia dei 1.000 $/oz verrà attaccata come il petrolio ha fatto per i 100 $/barile, con molta gradualità e vari ripensamenti. E' comunque troppo presto per trarre conclusioni sulla chiusura di una singola sessione: vedremo nelle prossime se questa reazione sottotono verrà smentita a breve termine oppure se l'eventuale forza del dollaro e dell'azionario generico freneranno quella del metallo giallo, almeno per un qualche tempo.

Anche sul grafico mensile il parallelo con gennaio e febbraio del 2006 sembra verosimile.

Per chi volesse misurare l'entità ufficiale della svalutazione del dollaro dalla nascita della Federal Reserve nel 1913 ad oggi, ecco il calcolatore dell'"inflazione" proposto dal Bureau of Labor Statistics statunitense









Più energica invece l'azione dell'argento che, ancora molto indietro rispetto all'oro, riesce a chiudere la sessione con un guadagno superiore al 2%. Interessante notare come sul grafico mensile che riassume alla perfezione la fine del bear market e l'inizio del toro nel 2003, entrambe le uscite dalle fasi di consolidamento (di simile durata ed andamento) siano iniziate con una bear trap da manuale, capace di far mollare la presa alle mani deboli e lasciare le posizioni lunghe lì dove devono stare... in quelle forti.













Il "super euro" non è poi una difesa così potente quando si scontra con avversari di valore. Contro oro ed argento ha perso circa il 30% da quest'estate.







Sembra che alluminio ed acciaio non risentano del sempre più scontato rallentamento della famosa locomotiva americana: forse qualcuno è al corrente che l'eventuale diminuzione della domanda di metalli indurstriali sarà più che compensata dall'aumento della base monetaria e ne sta approfittando per convertire la propria effimera cartaccia in qualcosa di più solido e duraturo.









Il crollo, un vero e proprio crack dello yeld sui T-Notes a due anni è partito quest'estate, insieme alla fase di rialzo dei metalli preziosi: un segnale tutt'altro che positivo per oro ed argento. La salita del 2006 infatti è stata accompagnata (e frenata) da tassi in crescita mentre questa, all'opposto, è alimentata dalla débâcle avviata dalla FED.

Parallelamente, nel crollo dello S&P500 bisogna scontare la stessa riduzione dei tassi: la situazione sarebbe ben più drammatica se la FED non fosse intervenuta.













Anche il dollaro dovrebbe aver ricevuto il colpo di grazia sul FOREX da quest'estate a questa parte... invece non è così. A nostro avviso la fase di discesa del biglietto verde è giunta al termine, quanto meno sul medio periodo. Le news negative, le azioni che dovrebbero indebolirlo inizano a non sortire più alcun effetto (emblematica l'azione di venerdì pomeriggio sul cross EURUSD): il livello di ipervenduto è ormai così estremo che almeno una reazione secondaria sembra ormai necessaria, magari per riprendere il trend principale più avanti.























ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

31 GENNAIO 2008
25 GENNAIO 2008
23 GENNAIO 2008
18 GENNAIO 2008
15 GENNAIO 2008
11 GENNAIO 2008
08 GENNAIO 2008
28 DICEMBRE 2007
21 DICEMBRE 2007
12 DICEMBRE 2007
30 NOVEMBRE 2007
23 NOVEMBRE 2007
20 NOVEMBRE 2007
16 NOVEMBRE 2007
09 NOVEMBRE 2007
06 NOVEMBRE 2007
02 NOVEMBRE 2007
29 OTTOBRE 2007
19 OTTOBRE 2007
18 OTTOBRE 2007
15 OTTOBRE 2007
12 OTTOBRE 2007
05 OTTOBRE 2007
04 OTTOBRE 2007
02 OTTOBRE 2007
28 SETTEMBRE 2007
21 SETTEMBRE 2007
18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006