Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



08 marzo 2008

La settimana si chiude con i metalli a nuovi massimi, l'oro a ridosso dei 1000 $/oz e l'argento sopra i 20 $/oz, dopo aver svettato anche al di sopra dei 21 durante la sessione.

La ratio silver/gold continua a salire e si trova ormai a poca distanza dal record di maggio 2006, a quota 0.023: ci aspettiamo che nelle prossime settimane essa continui a salire, segnando nuovi record in questa fase finale del movimento rialzista inziato ad agosto e prima dell'inevitabile correzione.

Per massima chiarezza ribadiamo che l'attuale gamba rialzista è un movimento di medio periodo, individuato e cavalcato molto bene intorno a metà agosto 2007. Quando indichiamo la fine della fase in atto, lo sguardo è rivolto esclusivamente al medio periodo: il trend di lungo infatti è intatto e ben lungi dall'essere maturo.

Su un grafico mensile si può apprezzare meglio l'intero sviluppo della bull run: per l'argento essa è partita nel 2001 se si fa riferimento alla quotazione in dollari e nel 2003 per i prezzi in euro. Data la rigidità tipica di un mercato come questo, i processi di correzione degli squilibri fra domanda ed offerta richiedono anni ed anni prima di poter essere riassorbiti ed è semplicemente troppo presto perché questo possa già essere avvenuto.

E' possibile che alla fine dell'attuale fase di rialzo, la correzione ed il successivo consolidamento siano ancora più duri e prolungati di quanto visto nel 2006 (siamo ormai alla terza ondata di medio periodo e potrebbe essere necessaria una bella stornata) ma ribadiamo che chi ha in mente di tenere al sicuro il proprio metallo fisico per i prossimi dieci anni, non deve preoccuparsi di questo tipo di dinamiche.

In questa fase, e nelle prossime settimane, si penserà solo ed esclusivamente a liquidare le porzioni speculative (carta di vario tipo: futures, ETF, azioni su aziende del settore...): la base solida, metallica, quella con funzioni anche assicurative, rimane intatta almeno fino al 2018.

Come ormai d'abitudine, ecco il calcolatore dell'"inflazione" proposto dal Bureau of Labor Statistics statunitense utile per misurare l'entità ufficiale della svalutazione del dollaro dalla nascita della Federal Reserve nel 1913 ad oggi.













Com'era ragionevole aspettarsi, i 100 dollari al barile, dopo essere stati così a lungo una resistenza, ora iniziano a comportarsi da supporto e fanno rimbalzare il petrolio verso nuovi record: il West Texas Intermediate Crude ha chiuso questa settimana sopra 105... ottimo segno di vitalità nonostante i livelli estremi a cui è giunto dopo la corsa del 2007.

Buona anche la performance del gas naturale che segna, per la prima volta da fine 2005 una quotazione a due cifre, anche se per pochi istanti nella sessione di venerdì.

Anche l'alluminio continua la corsa in cui s'è lanciato di recente: da inizio anno il guadagno è già del 40%: ottimo!

















Panico sullo S&P500 che si inabissa deciso verso gli stop loss fissati subito sotto 1275, a ridosso dei minimi di inizio gennaio: basterà far saltare quegli stop piuttosto scontati per riprendere la salita?





Anche il settore bancario, nonostante tutto l'aiuto che mamma FED è pronta ad erogare, sembra in grandissime difficoltà: non è proprio fra i nostri preferiti ma a prezzi di saldo e con grande attenzione, si può pensare a qualche long speculativo di breve o medio periodo.









Sul FOREX il principe di tutti i cross, EURUSD segna un nuovo record questa settimana, violando con decisione addirittura la trendline superiore della "forchetta" che ne ha contenuto in modo magistrale la salita per più di due anni.
A nostro avviso, questo segnale di vigore prelude una correzione ad ampio raggio della valuta unica europea, non solo contro il dollaro.

Il secondo protagonista mondiale del mercato delle valute, USDJPY, ha violato in settimana i minimi del 2005 e si trova ora ipervenduto ancor più d'allora.

Sembra che il dollaro sia davvero allo sbando rispetto ai suoi due principali sfidanti. Ciò che rimane più difficile da capire è chi possa aprire nuovi trades al ribasso in questo momento.















ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

05 MARZO 2008
23 FEBBRAIO 2008
21 FEBBRAIO 2008
17 FEBBRAIO 2008
09 FEBBRAIO 2008
02 FEBBRAIO 2008
31 GENNAIO 2008
25 GENNAIO 2008
23 GENNAIO 2008
18 GENNAIO 2008
15 GENNAIO 2008
11 GENNAIO 2008
08 GENNAIO 2008
28 DICEMBRE 2007
21 DICEMBRE 2007
12 DICEMBRE 2007
30 NOVEMBRE 2007
23 NOVEMBRE 2007
20 NOVEMBRE 2007
16 NOVEMBRE 2007
09 NOVEMBRE 2007
06 NOVEMBRE 2007
02 NOVEMBRE 2007
29 OTTOBRE 2007
19 OTTOBRE 2007
18 OTTOBRE 2007
15 OTTOBRE 2007
12 OTTOBRE 2007
05 OTTOBRE 2007
04 OTTOBRE 2007
02 OTTOBRE 2007
28 SETTEMBRE 2007
21 SETTEMBRE 2007
18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006