Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



14 ottobre 2008, ore 08.09

La settimana si apre con un'euforia quanto mai necessaria dopo il panico delle scorse sedute: tutti gli indici accolgono il coordinamento delle banche centrali e dei governi con risultati clamorosi.

Nazionalizzazioni di istituti bancari, profusione di denaro pubblico a sostegno dei settori in crisi, garanzie statali sui prestiti interbancari, miliardi e miliardi di dollari e di euro creati dal nulla per soffocare il panico, frenare la discesa e mandare un segnale chiaro ai "mercati": o si sale, o la discesa trova un limite artificiale grazie alle risorse dei contribuenti.

Si festeggia ciò che in realtà è uno dei capitoli peggiori degli ultimi decenni per il libero mercato.

Dopo anni di cattiva gestione, di assunzione di rischi chiaramente esagerati, di profitti privati basati non su solidi modelli di business ma su una crescita settoriale generale, favorita dall'espansione continua e sproporzionata della massa monetaria e da regolamentazioni blande, al momento di saldare il conto, proprio quando i soggetti che in un'economia di mercato avrebbero dovuto affrontare la naturale selezione, si socializzano le perdite, con grande entusiasmo del pubblico pagante.

Certo, il disastro recente sui mercati internazionali ha raggiunto livelli estremi: non solo sulle borse ma anche sulle materie prime e sulle valute. Si sono visti in poche settimane movimenti che, nella storia recente, hanno richiesto anni. Interferire con la libera interazione fra domanda e offerta però (soprattutto se con denaro pubblico e cambi improvvisi nelle regole del gioco) è un placebo dannoso che può forse donare l'illusione che il peggio sia passato, a prezzo però di gravissime distorsioni.

L'enorme liquidità riversata sui mercati in questi ultimi giorni si tradurrà, nei prossimi mesi, in nuove tensioni sui prezzi delle materie prime, riducendo ulteriormente il potere d'acquisto di imprese e famiglie. Creare denaro dal nulla e immetterlo sul mercato non può far altro che svalutare quello già presente: è proprio questo il concetto espresso dal termine inflazione nella sua accezione generale. Quando qualcosa è inflazionato, perde valore. Ed è questo il fine ultimo perseguito in questi giorni: sostenere i listini facendo crescere il loro valore nominale per ridare fiducia al pubblico, a scapito però del loro valore reale.

Si tratta, a tutti gli effetti, di un colossale trasferimento di ricchezza operato con denaro del contriibuente a danno del contribuente stesso.

Come ormai d'abitudine, ecco il calcolatore dell'"inflazione" proposto dal Bureau of Labor Statistics statunitense utile per misurare l'entità ufficiale della svalutazione del dollaro dalla nascita della Federal Reserve nel 1913 ad oggi.















































































































EURUSD Weekly




USDJPY Weekly




EURJPY Weekly


AUDJPY Weekly


AUDUSD Weekly




ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

13 OTTOBRE 2008
07 OTTOBRE 2008
04 OTTOBRE 2008
30 SETTEMBRE 2008
28 SETTEMBRE 2008
20 SETTEMBRE 2008
13 SETTEMBRE 2008
31 AGOSTO 2008
24 AGOSTO 2008
26 LUGLIO 2008
12 LUGLIO 2008
28 GIUGNO 2008
14 GIUGNO 2008
02 GIUGNO 2008
25 MAGGIO 2008
11 MAGGIO 2008
27 APRILE 2008
13 APRILE 2008
06 APRILE 2008
22 MARZO 2008
19 MARZO 2008
15 MARZO 2008
12 MARZO 2008
08 MARZO 2008
05 MARZO 2008
23 FEBBRAIO 2008
21 FEBBRAIO 2008
17 FEBBRAIO 2008
09 FEBBRAIO 2008
02 FEBBRAIO 2008
31 GENNAIO 2008
25 GENNAIO 2008
23 GENNAIO 2008
18 GENNAIO 2008
15 GENNAIO 2008
11 GENNAIO 2008
08 GENNAIO 2008
28 DICEMBRE 2007
21 DICEMBRE 2007
12 DICEMBRE 2007
30 NOVEMBRE 2007
23 NOVEMBRE 2007
20 NOVEMBRE 2007
16 NOVEMBRE 2007
09 NOVEMBRE 2007
06 NOVEMBRE 2007
02 NOVEMBRE 2007
29 OTTOBRE 2007
19 OTTOBRE 2007
18 OTTOBRE 2007
15 OTTOBRE 2007
12 OTTOBRE 2007
05 OTTOBRE 2007
04 OTTOBRE 2007
02 OTTOBRE 2007
28 SETTEMBRE 2007
21 SETTEMBRE 2007
18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006