Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



15 dicembre 2008, ore 07.29

Al primo segnale di debolezza del dollaro dopo mesi di corsa inverosimile, l'oro esplode verso l'alto con inaudita violenza, mettendo a segno un guadagno del 9.08% contro il biglietto verde nella sessione settimanale appena conclusa e strapazzando l'euro - il vincitore della settimana nel taroccato universo delle valutine cartacee - di un non banale 3.92%.

I livelli di ipervenduto raggiunti dal metallo giallo contro le principali valute sono estremi, nonostante la distanza dai massimi storici nominali assoluti sia tutto sommato contenuta, con gli ovvi distinguo a seconda della divisa presa in considerazione.

Mentre aggredire il settore delle commodities ad agosto, approfittando dell'assenza relativa di operatori sui mercati per la pausa estiva e della recente corsa al rialzo delle quotazioni, è stato un "giochetto" relativamente facile, tenere bassi i prezzi oggi da questi livelli, dopo tutto ciò che è successo negli ultimi mesi, dopo i fiumi di liquidità forzati nel sistema dalle autorità, dopo le coperture obbligate dei tanti long stoppati in perdita dal crollo apocalittico dei prezzi - alimentando ulteriormente la discesa - è tutt'altro paio di maniche.

I maggiori produttori mondiali hanno tagliato la produzione per il semplice fatto che, a questi prezzi, non hanno interesse a vendere. L'inevitabile rallentamento dell'economia reale a cui assisteremo nel 2009 riguarda più che altro l'occidente: certo, anche i giganti asiatici tireranno un po' il fiato ma questo si tradurrà nel passaggio da tassi di crescita a due cifre a dinamiche di sviluppo più contenute ma pur sempre eccezionali se confrontate alle asfittiche prestazioni europee o statunitensi, ormai in declino strutturale.

Dare un'auto, un televisore e un cellulare a miliardi di aspiranti consumatori asiatici e ancor prima riempir loro per bene la pancia, fargli mettere su qualche robusta riserva adiposa, sarà un lavoro lungo e metterà sotto pressione l'intero settore delle commodities, nonostante il declino del consumo occidentale.

Questo, unito all'inarrestabile produzione di denaro da parte delle banche centrali, spingerà i prezzi delle materie prime verso l'alto ben più di quanto la riduzione del tenore di vita in europa e stati uniti sarà capace di tirarlo verso il basso.

Questa settimana il petrolio ha guadagnato più del 20% contro il dollaro. Dopo la discesa rovinosa dai massimi intorno a 150 dollari al barile, siamo oggi a meno di un terzo, sotto 50. La differenza sostanziale fra il prezioso idrocarburo e le valutine cartacee che dominano i nostri consumi è che il primo dev'essere estratto faticosamente dalle profondità della terra, spesso in zone difficoltose, con costi altissimi sia in termini di tempo, sia in termini di denaro; inoltre si tratta di un bene finito in quantità, a cui l'umanità attinge a ritmi sempre maggiori dall'epoca della rivoluzione industriale, riducendone di anno in anno la disponibilità futura. Le seconde vengono create con pochi click di un mouse, a costo zero, e l'unico limite a cui sono soggette è quello posto dalla fiducia di chi le utilizza: se il loro volume aumentasse "troppo" rapidamente sarebbe deleterio.

Ci attendono mesi, forse anni, di prezzi in salita e ricavi/salari in diminuzione: sarà interessante vedere come verrà gestita l'inevitabile tensione generata da uno scenario di questo tipo.

Come ormai d'abitudine, ecco il calcolatore dell'"inflazione" proposto dal Bureau of Labor Statistics statunitense utile per misurare l'entità ufficiale della svalutazione del dollaro dalla nascita della Federal Reserve nel 1913 ad oggi.























































































































EURUSD Monthly




USDJPY Monthly




EURJPY Monthly


AUDJPY Monthly


AUDUSD Monthly




ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

08 DICEMBRE 2008
23 NOVEMBRE 2008
17 NOVEMBRE 2008
10 NOVEMBRE 2008
26 OTTOBRE 2008
19 OTTOBRE 2008
14 OTTOBRE 2008
13 OTTOBRE 2008
07 OTTOBRE 2008
04 OTTOBRE 2008
30 SETTEMBRE 2008
28 SETTEMBRE 2008
20 SETTEMBRE 2008
13 SETTEMBRE 2008
31 AGOSTO 2008
24 AGOSTO 2008
26 LUGLIO 2008
12 LUGLIO 2008
28 GIUGNO 2008
14 GIUGNO 2008
02 GIUGNO 2008
25 MAGGIO 2008
11 MAGGIO 2008
27 APRILE 2008
13 APRILE 2008
06 APRILE 2008
22 MARZO 2008
19 MARZO 2008
15 MARZO 2008
12 MARZO 2008
08 MARZO 2008
05 MARZO 2008
23 FEBBRAIO 2008
21 FEBBRAIO 2008
17 FEBBRAIO 2008
09 FEBBRAIO 2008
02 FEBBRAIO 2008
31 GENNAIO 2008
25 GENNAIO 2008
23 GENNAIO 2008
18 GENNAIO 2008
15 GENNAIO 2008
11 GENNAIO 2008
08 GENNAIO 2008
28 DICEMBRE 2007
21 DICEMBRE 2007
12 DICEMBRE 2007
30 NOVEMBRE 2007
23 NOVEMBRE 2007
20 NOVEMBRE 2007
16 NOVEMBRE 2007
09 NOVEMBRE 2007
06 NOVEMBRE 2007
02 NOVEMBRE 2007
29 OTTOBRE 2007
19 OTTOBRE 2007
18 OTTOBRE 2007
15 OTTOBRE 2007
12 OTTOBRE 2007
05 OTTOBRE 2007
04 OTTOBRE 2007
02 OTTOBRE 2007
28 SETTEMBRE 2007
21 SETTEMBRE 2007
18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006