Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



18 settembre 2007

Dopo la fisiologica, salutare correzione estiva, il petrolio ha messo a segno nuovi massimi assoluti mentre il mercato è concetrato altrove, preoccupato dall'"imprevisto" sviluppo della crisi dei subprime e dalle code a Londra per ritirare i propri risparmi.

E' più di un anno che seguiamo l'andamento degli idrocarburi e delle azioni ad essi correlati: abbiamo consigliato di incrementare le posizioni long sulle società operanti nel settore fin dal settembre 2006 quando il petrolio crollava senza pietà, dopo aver razziato i long degli increduli ultimi arrivati.

Abbiamo argomentato le buone ragioni a favore di nuove posizioni al rialzo in diversi aggiornamenti pubblicati sul sito o inviati agli utenti registrati per la newsletter, ormai sospesa, ora disponibili a tutti nell'elenco WEEKLY.

Il momento di massima debolezza di un mercato è proprio quello in cui appare più forte. Nessuno (o meglio, ben pochi) avrebbero comprato azioni di questo settore con il petrolio in caduta libera ed è per questo che sono salite in modo vigoroso: il lato buono del mercato è sempre quello meno affollato.

Ora che l'oro nero è a nuovi massimi assoluti e il gas naturale ha guadagnato il 25% in pochi giorni, inizia la fase più delicata. Fra poco inizieranno a piovere gli ordini dei soggetti più deboli, crsceranno i volumi, le quotazioni arriveranno a livelli critici e quando i pesci piccoli saranno ben presenti sul mercato, inizierà la correzione.

Chi ha approfittato delle quotazioni in picchiata del petrolio fra fine 2006 ed i primi del 2007, è tempo che inizi a tenere monitorata la situazione in vista delle opportune prese di beneficio. Il mercato rimane toro quindi sconsigliamo vivamente di shortarlo ma prepararsi ad alleggerire le posizioni di lungo e medio termine nelle prossime settimane sarebbe un buon modo di vendere sulla forza in attesa di nuove, inevitabili, fasi di debolezza in cui riaprire al rialzo.

L'analisi della ratio gas naturale/petrolio segnala che il primo sembra pronto, finalmente, ad una delle tipiche e vigorose overperformance sul secondo: da questi livelli, spazio per correre ne ha davvero molto. Siamo a 0.09, può arrivare con tranquillità a 0.18, a fine 2005 ha toccato 0.26 ed a fine 2000 addirittura 0.38!















ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006