Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



21 settembre 2007

Un'altra settimana da ricordare, con l'oro che chiude a nuovi massimi (nominali) dopo aver speso circa 15 mesi nel consolidamento successivo alla salita del 2005/2006.

Attenzione però: una parte non trascurabile di quest'ultimo balzo è da attribuire alla caduta del dollaro e non alla sola forza dei metalli. La quotazione in euro rimane ancora sotto i massimi del maggio 2006 anche se al di sopra della fatidica soglia dei 500 €/oz.





Le particolari condizioni verificatesi in agosto ci hanno fatto preferire l'esposizione sul solo argento per sfruttare la fase di rialzo dei metalli, verosimilmente appena iniziata. Nessuna nuova apertura sull'oro e massima dedizione al metallo bianco che garantirà a nostro avviso ritorni maggiori anche se a costo di una più forte volatilità.

Nei due grafici il dettaglio dell'ultima settimana con il triplo BUY pubblicato il 24 ed il 31 agosto ed una visione di più lungo periodo che si spinge fino all'inizio della salita del metallo bianco contro il dollaro nel 2001, a 4 $/oz. E' facile notare come il bottom contro oro ed euro sia stato toccato circa 18 mesi dopo, a 0.0125 per la ratio silver/gold e, curiosamente, di nuovo a 4 €/oz.

Il primo anno e mezzo di corsa contro il biglietto verde è da attribuire alla svalutazione di quest'ultimo e non alla forza del metallo.









Il dollaro frana ancora, raggiungendo addirittura la parità con il dollaro canadese, per la prima volta dopo il 1975.
A nostro avviso, sono troppe le voci che si alzano a descrivere la marea di problemi e squilibri che pesano sulla valuta statunitense; troppo lo spazio dato su tutti i media generalisti al crollo del verde coriandolo.

Sembra proprio il clima ideale per aprire posizioni long di breve e medio periodo sul dollaro così come lo erano i primi dell'anno per le azioni petrolifere.



Carry trade non è solo usdjpy: il taglio di 50 punti base da parte della FED ha solo reso il "gioco" meno appetibile sui cross USD ma rimangono pur sempre NZD a 8.25%, AUD a 6.50% e GBP a 5.75% e, sull'altro lato, CHF a 2.50% e, soprattutto, JPY a 0.50%.

Il livello critico per il DBV, il nostro indice del carry trade, è intorno a 28.25, dove si incontrano la resistenza del canale ascendente e la SMA a 60gg.





ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006