Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



23 febbraio 2009, ore 07.14

Ancora un record storico in settimana per la quotazione dell'oro in euro giunta, sul mercato del fisico, ad un massimo di 792 €/oz, poco meno di 25.500 €/kg. Il prezzo segnato sul mercato dei futures è un poco più basso, come ormai si ripete da alcuni mesi a questa parte, ma pur sempre da record: 786 €/oz.

Anche la quotazione in dollari ha messo a segno un risultato importante nell'ultima sessione settimanale, giungendo a superare venerdì la fatidica soglia dei 1.000 $/oz, mai più toccata dopo il massimo assoluto del marzo scorso, per poi chiudere poco al di sotto.

Nonostante la forza del biglietto verde durante la recente crisi quindi, l'oro è di nuovo intorno al massimo storico assoluto di 1.034 $/oz toccato a marzo 2008 contro la valuta statunitense, nel periodo di quiete precedente alla tempesta finanaziaria più violenta e distruttiva dal 1929. Un'altra vita.

Al di là della retorica, l'abisso che ci separa dal marzo del 2008 è davvero colossale. Mentre le borse crollano ancora però, mentre il petrolio arranca faticosiamente sotto i 40 dollari al barile e le principali materie prime quotano oggi da un terzo alla metà circa (nei casi migliori) del prezzo segnato pochi mesi fa, l'oro fa registrare da settimane nuovi massimi assoluti contro le valute più importanti ed è in prossimità del record storico contro il dollaro, unico beneficiario insieme allo yen della valanga di disinvestimenti forzati che ha travolto i mercati.

La quotazione a quattro cifre è in grado di calamitare l'attenzione di tutti coloro che finora non hanno notato l'ascesa potentissima del metallo giallo, l'unico asset reale su cui sono confluiti i capitali in fuga decimati sugli altri mercati.

Benché sul breve periodo l'oro abbia corso già molto e sia decisamente ipercomprato, riteniamo che sul medio e sul lungo termine questa avanzata sia poco più che agli inizi. I minimi contro l'euro sono di settembre ma già a ottobre sono stati raggiunti nuovi massimi storici assoluti, con una violenza e una rapidità sconcertanti proprio all'apice della crisi, seguiti da alcuni mesi di volatilità eccezionale che di sicuro hanno mietuto molte vittime e scoraggiato i piccoli investitori tentati dall'idea ancestrale di salvaguardare parte dei propri risparmi con lo strumento che da millenni è il più adatto a svolgere questa funzione.

Il break out del canale ascendente è stato violentissimo, è stato testato in tutta fretta un paio di volte nelle due settimane successive alla rottura ed è ormai lontano. Nulla vieta un ritorno deciso delle quotazioni per un test più serio ma stiamo vivendo giorni eccezionali e come testimoniano gli ultimi mesi, un trend potente e direzionale può beffare qualunque previsione tecnica.

Se a nostro avviso è quindi possibile che a questo punto l'oro si prenda una pausa più o meno nervosa ed effimera per tornare fra i 650 e i 700 €/oz, è altrettanto vero che ci aspettiamo di vederlo ben più in alto nei prossimi mesi.

I segnali mandati dai mercati puntano tutti nella stessa direzione: la salita delle quotazioni dell'oro è sostenuta da volumi enormi di capitali freschi in entrata, il metallo fisico in forma di monete è impossibile da reperire alle quotazioni ufficiali, decisamente compresse verso il basso, e la forza relativa dell'oro contro tutti gli altri assets reali è ancora più eclatante di quanto si possa desumere dalla quotazione ufficiale in dollari.

La corsa all'oro è cominciata.

Come ormai d'abitudine, ecco il calcolatore dell'"inflazione" proposto dal Bureau of Labor Statistics statunitense utile per misurare l'entità ufficiale della svalutazione del dollaro dalla nascita della Federal Reserve nel 1913 ad oggi.



Oro in euro, dall'inizio della bull run




Oro in dollari, 3 anni




Oro in euro, 3 anni




ETF GLD, 3 anni




Argento in dollari, 3 anni




Argento in euro, 3 anni




ETF SLV, 3 anni




Performance mibtel contro Oro, 1 anno




Performance mibtel contro Oro, 3 anni




Performance mibtel contro Oro, 6 anni




Performance Oro e Argento in euro e in dollari, 3 anni




Ratio silver/gold (forza relativa dell'argento rispetto all'oro), 5 anni




Petrolio (West Texas Intermediate Crude) in dollari, 3 anni




Ratio oil/gold, 5 anni




ETF "petrolifero" USL in dollari con ratio usl/oil e usl/uso dal 01/12/2007




Performance petrolio contro ETF USO e USL dal 01/12/2007




Gas naturale in dollari, 3 anni




Ratio natgas/oil, 5 anni




Acciao in dollari, 3 anni




Rame in dollari, 3 anni




Alluminio in dollari, 3 anni




Agricultural Prices - Goldman Sachs Commodity Index, 3 anni




Reuters/Jefferies CRB Index, 3 anni




Standard & Poors 500, 3 anni




Ratio S&P500/gold, 5 anni




Ratio opzioni put/call CBOE, 1 anno




Ratio opzioni put/call CBOE, 13 anni




XOI Oil index, 3 anni




HUI "Gold Bugs Index", 3 anni




BKX, Bank Index, 3 anni




2-Year US Treasury Yield, 3 anni




5-Year US Treasury Note Price, 3 anni




PowerShares DB G10 Currency Harvest Fund, dal 10/09/2006




EURUSD Weekly




USDJPY Weekly




EURJPY Weekly




ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

15 FEBBRAIO 2009
08 FEBBRAIO 2009
01 FEBBRAIO 2009
04 GENNAIO 2009
28 DICEMBRE 2008
15 DICEMBRE 2008
08 DICEMBRE 2008
23 NOVEMBRE 2008
17 NOVEMBRE 2008
10 NOVEMBRE 2008
26 OTTOBRE 2008
19 OTTOBRE 2008
14 OTTOBRE 2008
13 OTTOBRE 2008
07 OTTOBRE 2008
04 OTTOBRE 2008
30 SETTEMBRE 2008
28 SETTEMBRE 2008
20 SETTEMBRE 2008
13 SETTEMBRE 2008
31 AGOSTO 2008
24 AGOSTO 2008
26 LUGLIO 2008
12 LUGLIO 2008
28 GIUGNO 2008
14 GIUGNO 2008
02 GIUGNO 2008
25 MAGGIO 2008
11 MAGGIO 2008
27 APRILE 2008
13 APRILE 2008
06 APRILE 2008
22 MARZO 2008
19 MARZO 2008
15 MARZO 2008
12 MARZO 2008
08 MARZO 2008
05 MARZO 2008
23 FEBBRAIO 2008
21 FEBBRAIO 2008
17 FEBBRAIO 2008
09 FEBBRAIO 2008
02 FEBBRAIO 2008
31 GENNAIO 2008
25 GENNAIO 2008
23 GENNAIO 2008
18 GENNAIO 2008
15 GENNAIO 2008
11 GENNAIO 2008
08 GENNAIO 2008
28 DICEMBRE 2007
21 DICEMBRE 2007
12 DICEMBRE 2007
30 NOVEMBRE 2007
23 NOVEMBRE 2007
20 NOVEMBRE 2007
16 NOVEMBRE 2007
09 NOVEMBRE 2007
06 NOVEMBRE 2007
02 NOVEMBRE 2007
29 OTTOBRE 2007
19 OTTOBRE 2007
18 OTTOBRE 2007
15 OTTOBRE 2007
12 OTTOBRE 2007
05 OTTOBRE 2007
04 OTTOBRE 2007
02 OTTOBRE 2007
28 SETTEMBRE 2007
21 SETTEMBRE 2007
18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006