Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



29 ottobre 2007

Dopo il mese di consolidamento seguito al balzo violenzo dai minimi di metà agosto, l'argento esce dallo stretto trading range e prosegue la propria corsa verso l'alto ed i massimi di maggio 2006, prima vera soglia psicologica intorno ai 15 $/oz.

Per ora tutto va per il meglio, piacevolmente in linea con quanto previsto, a differenza di quanto successo nel caso del bizzoso USDCAD. La bontà del movimento in atto è confermata dalle ratio con l'euro e l'oro: non è quindi la debolezza del dollaro a venir tradotta in una salita dell'argento ma proprio la forza del metallo bianco a scolpire questo andamento.

Il bello è che questa performance dell'argento non si accontenta solo di avversari facili come le valutine cartacee ma riesce anche contro La Moneta per definizione, impegnata in una corsa ben più appariscente anche se, a conti fatti, meno remunerativa.





Il petrolio è ormai in "exhaustion mode" nel trend a salire di medio periodo. I 100 dollari al barile - e le quotazioni subito intorno ad essi - saranno in grado di calamitare l'attenzione di chiunque e garantire la partecipazione popolare necessaria affinché il prezioso idrocarburo inizi una salutare correzione.

Chi ci ha seguito nella campagna sulle azioni petrolifere partita a fine 2006, farebbe bene a prepararsi ad alleggerire le posizioni: in un anno il ritorno è stato di circa il 50%, più che soddisfacente. I pochi punti percentuali addizionali che si possono ragranellare a costo di rischi sempre maggiori vanno a scapito di altri settori più promettenti, almeno a medio termine.

Sul lungo periodo il petrolio rimane una risorsa primaria essenziale il cui prezzo è destinato a salire ma questo non potrà scongiurare le inevitabili correzioni.





Il carry trade resiste ai movimenti minacciosi dello yen ed al nervosismo delle borse: il DBV per ora è riuscito a mantenersi sopra la delicatissima zona intorno a 28.75... piccolo picco di volumi, non manca certo la tensione.





Mentre la ratio S&P500/gold sprofonda ogni giorno verso quotazioni più vergognose, a livello nominale il giochino continua a muoversi secondo criteri piuttosto semplici: il supporto intorno a 1500, per ora, ha tenuto.

Benché non scarica come sarebbe ideale, la bullish% è compatibile con il proseguimento della salita anche da questi livelli.



Fin dalla prima pubblicazione di ITGOLD, il 22 dicembre 2005, nella sezione Perché è contenuta un'analisi piuttosto dettagliata sui molti squilibri covati sottopelle dall'economia della famosa "locomotiva" americana. Anche il tema dei subprime, di recente sulla bocca di tutti, è affrontato in quelle righe di quasi due anni fa:

"Dopo lo scoppio della bolla del NASDAQ nel marzo del 2000, l'immensa mole di liquidità a disposizione dei cittadini si è diretta verso il mercato immobiliare in cerca di un investimento più "sicuro" delle azioni. Formule innovative di finanziamento e l'abbassamento dei criteri di selezione per l'erogazione dei mutui hanno permesso a chiunque di indebitarsi per comprare una casa.

La nuova mania, dopo quella azionaria culminata nel 2000, è ora quella degli immobili: i prezzi sono lievitati a ritmi sempre più sostenuti, la proprietà delle case di nuova costruzione passa di mano varie volte prima che ne sia terminata la costruzione. La possibilità di pagare solo la quota interessi del proprio mutuo per il primo anno o addirittura nemmeno quella, incoraggia la speculazione edilizia e molti cittadini comprano e vendono un immobile entro 12 mesi, proprio per sfruttare al meglio queste clausole che tuttavia sono vantaggiose solo finché i prezzi degli immobili continuano a salire: nel caso contrario, o si vende l'immobile in perdita o si iniziano a pagare rate ben più corpose di quelle del primo anno.

La crescita continua dei prezzi e le formule innovative escogitate dall'ingegneria finanziaria hanno spinto molti proprietari a rinegoziare i mutui contratti anni addietro per "estrarre liquidità" dalla propria abitazione. In pratica, a fronte di un maggior valore (nominale) dell'immobile rispetto all'epoca in cui s'è contratto il mutuo, si rinegozia l'intero debito, aumentandolo in funzione della "garanzia" (nominale!) più alta fornita dall'abitazione. I soldi in più vengono spesi in consumi e permettono di sostenere uno stile di vita che il reddito non riesce più a sostenere.
Finché dura."


Questo, a parte l'umano piacere di pavoneggiarsi per aver scritto cose poi confermate dai fatti, per dire che NON c'è nulla di nuovo o imprevedibile in quanto sta accadendo ora: se le informazioni erano alla nostra portata, erano alla portata di tutti. Se i vostri interlocutori finanziari razionalizzano l'attuale discesa del dollaro parlando di subprime, cercatene di nuovi perché il vostro denaro è in pessime mani.

A nostro avviso il declino del dollaro continuerà nei prossimi decenni ma sarà un processo graduale. Ora la valuta statunitense ha scontato quanto di più negativo potesse scontare: a meno di sorprese, le codizione sembrano PERFETTE per un'inversione di tendenza ed un recupero di medio termine.

Area 97.5 sul dollar index dovrebbe essere un buon obiettivo per un controtrend.







ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

19 OTTOBRE 2007
18 OTTOBRE 2007
15 OTTOBRE 2007
12 OTTOBRE 2007
05 OTTOBRE 2007
04 OTTOBRE 2007
02 OTTOBRE 2007
28 SETTEMBRE 2007
21 SETTEMBRE 2007
18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006