Home
Perché
Monitor
Analisi
Links
News
Comprare oro
Vecchio sito
Contatti


Questa pagina raccoglie l'Analisi Tecnica di diversi mercati fra cui, in particolare, Oro, Argento ed i cross Forex fra dollaro, euro e yen per confrontare l'andamento delle due materie prime selezionate dall'uomo, nei secoli, come moneta per eccellenza, rispetto alle principali monetine fiduciarie di oggi.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati senza scadenze fisse, in funzione di particolari condizioni di mercato.

Charts courtesy of StockCharts, ProRealTime and NetDania.



30 settembre 2008, ore 7.23

Giornata convulsa sui mercati: il parlamento americano ha bocciato il piano per la creazione del fondo da 700 miliardi di dollari preparato domenica in fretta e furia per tentare di arginare il crollo dei colossi bancari e assicurativi; tutti gli asset, a parte il dollaro, lo yen e i metalli preziosi sono crollati, chi più chi meno.

Bail out people, not banks!: di fronte ad un'opinione pubblica estremamente contrariata per il proposto intervento del Tesoro USA, la camera ha rifiutato, in una seduta particolarmente difficile e concitata, la nazionalizzazione delle perdite tanto cara all'amministrazione "liberista", innescando un tracollo storico sulle borse.

Dow Jones -6.98%, S&P500 -8.79%, Nasdaq -9.14%: il Nikkei giapponese limita le perdite, mentre scriviamo, ad un "modesto" -4.64%, poca cosa rispetto ai timori di una sessione asiatica disastrosa. Gli occhi di tutti sono ora puntati sulle borse europee, chiuse ieri in forte calo ma prima dell'accelerazione al ribasso di quella americana e alla prova dell'apertura entro poche ore.

Con i mercati azionari sono crollate tutte le materie prime, a parte i metalli preziosi. L'argento è rimasto stabile (si, un -3.54% in questo contesto è sinonimo di assoluta stabilità! fra l'altro, la perdita c'è stata solo sul derivato: sul mercato fisico il metallo bianco ha chiuso intorno alle quotazioni d'apertura) mentre l'oro, il bene rifugio per eccellenza, la moneta millenaria scelta dall'uomo spontaneamente per le proprie eccezionali caratteristiche, ha guadagnato circa il 4% sul mercato fisico, sia contro il dollaro, sia contro l'euro e le altre principali valute.

Non deve stupire la forza del dollaro, giunto dopo 7 anni di continua svalutazione ad una verosimile svolta di medio periodo(contro l'euro ha perso quasi il 50% da fine 2001 ai minimi di luglio, con il cross eurusd sopra 1.60!). Tantomeno stupisce lo yen, fido alleato della valuta statunitense, finalmente nelle condizioni di poter tirare il fiato vista la ritrovata autonomia del biglietto verde.

Tutto questo, è bene sottolinearlo, è un discorso più che altro politico relativo ai mercati valutari: i tassi di cambio riflettono pur sempre un equilibrio fra valutine fiduciarie non garantite da beni reali, in un mercato come il FOREX ampiamente influenzato dalle banche centrali e dai governi, mosso da "fondamentali" quanto meno sospetti (le statistiche ufficiali sono curiosamente distanti dalla percezione del mondo reale che tutti tocchiamo con mano) e del tutto opaco per l'investitore comune. In un certo senso, per questi motivi, il mercato dei cambi è il dominio ideale dell'analisi tecnica visto che quella fondamentale è di fatto preclusa, a parte per i time frames più lunghi.

Ecco infine i risultati catastrofici di alcuni mercati nella storica giornata di ieri: petrolio -9.84%, acciaio -16.97%, indice bancario USA addirittura -20.38%! La put/call ratio sulla borsa americana è schizzata a 1.38, con un'esplosione del 36.63%: il panico miete le sue vittime e speriamo che dopo la bocciatura del piano di sostenere con denaro pubblico (e quindi a spese di tutti i contribuenti) le perdite di alcune grandi aziende, i crolli di questi giorni portino una sana selezione sui mercati ed inneschino magari un processo di maggiore responsabilizzazione di fronte al rischio e più intensa ricerca della qualità.

In un simile contesto, i metalli preziosi non possono far altro che adempiere al compito per cui sono stati selezionati da millenni: difendere il capitale.

Come ormai d'abitudine, ecco il calcolatore dell'"inflazione" proposto dal Bureau of Labor Statistics statunitense utile per misurare l'entità ufficiale della svalutazione del dollaro dalla nascita della Federal Reserve nel 1913 ad oggi.























































































EURUSD Daily




USDJPY Daily




EURJPY Daily




ARCHIVIO AGGIORNAMENTI

28 SETTEMBRE 2008
20 SETTEMBRE 2008
13 SETTEMBRE 2008
31 AGOSTO 2008
24 AGOSTO 2008
26 LUGLIO 2008
12 LUGLIO 2008
28 GIUGNO 2008
14 GIUGNO 2008
02 GIUGNO 2008
25 MAGGIO 2008
11 MAGGIO 2008
27 APRILE 2008
13 APRILE 2008
06 APRILE 2008
22 MARZO 2008
19 MARZO 2008
15 MARZO 2008
12 MARZO 2008
08 MARZO 2008
05 MARZO 2008
23 FEBBRAIO 2008
21 FEBBRAIO 2008
17 FEBBRAIO 2008
09 FEBBRAIO 2008
02 FEBBRAIO 2008
31 GENNAIO 2008
25 GENNAIO 2008
23 GENNAIO 2008
18 GENNAIO 2008
15 GENNAIO 2008
11 GENNAIO 2008
08 GENNAIO 2008
28 DICEMBRE 2007
21 DICEMBRE 2007
12 DICEMBRE 2007
30 NOVEMBRE 2007
23 NOVEMBRE 2007
20 NOVEMBRE 2007
16 NOVEMBRE 2007
09 NOVEMBRE 2007
06 NOVEMBRE 2007
02 NOVEMBRE 2007
29 OTTOBRE 2007
19 OTTOBRE 2007
18 OTTOBRE 2007
15 OTTOBRE 2007
12 OTTOBRE 2007
05 OTTOBRE 2007
04 OTTOBRE 2007
02 OTTOBRE 2007
28 SETTEMBRE 2007
21 SETTEMBRE 2007
18 SETTEMBRE 2007
14 SETTEMBRE 2007
13 SETTEMBRE 2007
07 SETTEMBRE 2007
31 AGOSTO 2007
24 AGOSTO 2007


Mensili (dicembre 2006/giugno 2007)

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006


Settimanali (6 gennaio 2006/16 marzo 2007)

16 MARZO 2007
09 MARZO 2007
02 MARZO 2007
23 FEBBRAIO 2007
16 FEBBRAIO 2007
09 FEBBRAIO 2007
02 FEBBRAIO 2007
26 GENNAIO 2007
19 GENNAIO 2007
12 GENNAIO 2007
05 GENNAIO 2007
29 DICEMBRE 2006
22 DICEMBRE 2006
15 DICEMBRE 2006
08 DICEMBRE 2006
01 DICEMBRE 2006
24 NOVEMBRE 2006
17 NOVEMBRE 2006
10 NOVEMBRE 2006
03 NOVEMBRE 2006
27 OTTOBRE 2006
20 OTTOBRE 2006
13 OTTOBRE 2006
06 OTTOBRE 2006
29 SETTEMBRE 2006
22 SETTEMBRE 2006
15 SETTEMBRE 2006
08 SETTEMBRE 2006
01 SETTEMBRE 2006
25 AGOSTO 2006
18 AGOSTO 2006
11 AGOSTO 2006
04 AGOSTO 2006
28 LUGLIO 2006
21 LUGLIO 2006
14 LUGLIO 2006
07 LUGLIO 2006
30 GIUGNO 2006
23 GIUGNO 2006
16 GIUGNO 2006
09 GIUGNO 2006
02 GIUGNO 2006
26 MAGGIO 2006
12 e 19 MAGGIO 2006
05 MAGGIO 2006
28 APRILE 2006
21 APRILE 2006
14 APRILE 2006
07 APRILE 2006
31 MARZO 2006
24 MARZO 2006
17 MARZO 2006
10 MARZO 2006
03 MARZO 2006
24 FEBBRAIO 2006
17 FEBBRAIO 2006
10 FEBBRAIO 2006
03 FEBBRAIO 2006
27 GENNAIO 2006
20 GENNAIO 2006
13 GENNAIO 2006
06 GENNAIO 2006